Jazz nel pomeriggio

sabato 31 luglio 2010

Penny, Split Kick, Potter’s Luck (Horace Silver - Stan Getz)

  Nel 1950 Horace Silver suonò al Sundown Club di Hartford, Connecticut, in un gruppo guidato da Harold Holdt. In quell’occasione lo ascoltò Stan Getz, che subito lo assunse per un ingaggio in quel medesimo locale, in un quartetto completato da Joe Calloway al contrabbasso e da Walter Bolden alla batteria. Di questa giovane sezione ritmica Getz rimase tanto soddisfatto da portarsela a New York.
  Silver entrò in sala d’incisione con il gruppo di Getz in tre occasioni, registrando un totale di quindici pezzi con due formazioni diverse: una serie magnifica, «che inanella in modo indimenticabile pezzi agili ed eleganti come gazzelle» (Gary Giddins). La seconda e la terza seduta comprendono anche le prime composizioni registrate di Silver: Penny e Split Kick nella seconda e Potter’s Luck nella terza.

  A questo punto aurorale della carriera, Silver, che aveva cominciato a scrivere a quattordici anni, disponeva già di una piccola scorta di composizioni che ne mettevano in luce la vena melodica. Nei dischi con Getz il ventiduenne pianista dimostra di avere già sotto le dita gli ingredienti principali del suo stile, che contrasta benissimo con quello del leader e che fece subito colpo: essenzialmente un accompagnamento fitto e interattivo, che tende a coprire tutti i movimenti della battuta; un embrionale call and response fra le due mani; una passione quasi inordinata per le citazioni. In Penny si sente per la prima volta il suo molto caratteristico «bugle call». La scrittura di Silver mostra già un interesse insolito verso la forma, nel segno della varietà: Potter’s Luck ha una struttura di quarantaquattro battute (AABA, 12+12+8+12) con bridge di otto e la frase A che s’interrompe in sincope sull’undicesima battuta, lasciando alla successiva un break di batteria.

  Penny (Silver), da «Stan Getz - The Sound», Properbox 52. Stan Getz, sax tenore; Horace Silver, piano; Joe Calloway, contrabbasso; Walter Bolden, batteria. Registrato il primo marzo 1951.




  Split Kick (Silver), ib.




  Potter’s Luck (Silver), ib. Stan Getz, sax tenore; Horace Silver, piano; Jimmy Raney, chitarra; Leonard Gaskin, contrabbasso; Roy Haynes, batteria. Registrato il 15 agosto 1951.

Nessun commento: