Jazz nel pomeriggio

lunedì 12 luglio 2010

Dipper Mouth Blues (King Oliver) - Sugar Foot Stomp (Fletcher Henderson)

  Dipper Mouth Blues fu inciso da Joe «King» Oliver con la sua Creole Jazz Band nell’aprile 1923 e poi, per la Okeh, il 23 giugno di quell’anno. Fu questa seconda versione che divenne celeberrima ed è celebrata ancora oggi come il miglior esempio registrato fino a quel momento di stile eterofonico New Orleans; contiene inoltre un assolo di tre chorus di King Oliver che dimostra la sua maestria nell’uso della sordina wa-wa e che è da considerarsi uno dei primi grandi assoli jazz su disco. 
  Lo è al punto che Louis Armstrong, seconda cornetta con Oliver in quell’incisione, lo replicherà quasi nota per nota nella versione che Fletcher Henderson darà di Dipper Mouth Blues due anni dopo l’incisione di Oliver, ri-titolandolo Sugar Foot Stomp. La versione di Henderson si distingue anche per pregi proprî, essenzialmente l’arrangiamento di Elmer Schoebel e Don Redman. Redman andava proprio allora definendo gli elementi costitutivi di un jazz orchestrale più moderno rispetto a quello che grosso modo contemporaneamente andava sperimentando Jelly Roll Morton, più di quello basato sulla dialettica fra le sezioni (sax e ottoni). A un certo punto sentirai un trio di clarinetti (Redman stesso, Buster Bailey, Coleman Hawkins), vera signature di Redman.

  Dipper Mouth Blues (Oliver-Armstrong), da «Working Man Blues», MJCD 1131. Joe «King» Oliver, Louis Armstrong, cornetta; Honoré Dutrey, trombone; Johnny Dodds, clarinetto; Lil Hardin, piano; Bud Scott, banjo; Baby Dodds, batteria. Registrato il 23 giugno 1923.



  Sugar Foot Stomp [alias Dipper Mouth Blues], da «King Louis», Properbox 93. Louis Armstrong, cornetta; Elmer Chambers, Joe Smith, tromba; Charlie Green, trombone; Buster Bailey, Don Redman, clarinetto, sax alto; Coleman Hawkins, clarinetto, sax tenore; Fletcher Henderson, piano; Charlie Dixon, banjo; Ralph Escudero, tuba; Kaiser Marshall, batteria. Registrato il 29 maggio 1925.


2 commenti:

Niccolò ha detto...

Per coincidenza, in questi giorni sto ascoltando molto proprio questa roba, Oliver e Henderson. Ho trovato delle ristampe di grande qualità sonora, per sostituire le schifezze giapponesi Quadromania rimasterizzate nel water che avevo.

Marco Bertoli ha detto...

Per coincidenza

Macché, non esistono le coincidenze.