Jazz nel pomeriggio

giovedì 10 giugno 2010

There’s No Business Like Show Business (Sonny Rollins)

  «Worktime», del 1955, fu l’esordio discografico come leader del venticinquenne Sonny Rollins ed è stato definito uno dei debutti più stupefacenti del jazz moderno. In effetti Rollins vi compare già intero, a cominciare dalle scelte di repertorio insolite (non ricordo altre esecuzioni jazzistiche della canzone di Irving Berlin che ti propongo) per finire con l’ombra che getta sul resto del quartetto, in cui riesce comunque a giganteggiare Max Roach (ma anche Ray Bryant era un pianista delizioso).

  There’s No Business Like Show Business (Berlin), da «Worktime», OJC20 007-2. Sonny Rollins, sax tenore; Ray Bryant, piano; George Morrow, contrabbasso; Max Roach, batteria. Registrato il 2 dicembre 1955.


2 commenti:

g ha detto...

Splendido. Roach è il solito gigante (eterno)

g ha detto...

uuh, sisi', super