Jazz nel pomeriggio

martedì 24 agosto 2010

Ross Tavern Boogie (Art Hodes)

  Bello questo boogie, reso con autenticità, semplicità e poesia da Art Hodes

  Di Hodes, che era anche un arguto e polemico jazz writer (e che, va notato, era bianco, nato in Ucraina nel 1904), oggi si ricordano in pochi, ma fra quelli che lo ricordano c’è sicuramente Horace Silver, che una volta ha detto: «se non ci fosse stato Art Hodes, oggi non ci sarebbe Horace».

  Ross Tavern Boogie (Hodes), da «Boogie Woogie Vol. 1 (Piano Soloists)», Jasmine JASMCD 2538. Art Hodes, piano. Registrato nel 1939.


Nessun commento: