Jazz nel pomeriggio

sabato 28 agosto 2010

April In Paris (Thad Jones)

  Thad Jones è ricordato più per i suoi meriti di arrangiatore e bandleader che per quelli di trombettista (e cornettista), eppure era uno strumentista di eccelso valore – per Mingus, il migliore che avesse mai sentito sullo strumento – e immediatamente riconoscibile per il suono aperto e il fraseggio ricercato.

  In questa April In Paris (lenta, quasi cauta e stupita, come anche gli altri pezzi del disco) Thad apre il suo assolo citando la canzone popolare Pop, Goes The Weasel, proprio come aveva fatto nell’esecuzione famosa di Count Basie a cui aveva preso parte quello stesso anno.

  April In Paris (Duke-Harburg), da «The Magnificent Thad Jones», Blue Note CDP 7 46814-2. Thad Jones, tromba; Billy Mitchell, sax tenore; Barry Harris, piano; Percy Heath, contrabbasso; Max Roach, batteria. Registrato il 14 luglio 1956.


2 commenti:

niccolò ha detto...

Bellissimo disco. Che mi consigli del Thad Jones arrangiatore e bandleader? Io ho solo qualche suo disco in quintetto da hardbopper (v. Detroit-New York Junction), mi piacerebbe sentire l'altro lato di Jones.

Marco Bertoli ha detto...

Penso che si trovino facilmente "Live at Montrmartre" ed "Eclipse" (Storyvile), con due bellissime big band euroamericane (più euro che americane) dei tardi anni Settanta dove Thad compone, arrangia e suona come sempre benissimo.