Jazz nel pomeriggio

lunedì 25 aprile 2011

It’So Peaceful in the Country (Bobby Hackett)

  Buona Liberazione! Annoto nella mia agendina di parlarti meglio, un giorno o l’altro, delle canzoni di Alec Wilder, e anche di Bobby Hackett .

  It’So Peaceful in the Country (Wilder), da «Live at the Roosevelt Grill feat. Vic Dickenson», Chiaroscuro CR(D) 105. Bobby Hackett, cornetta; Dave McKenna, piano; Jack Lesberg, contrabbasso; Cliff Leeman, batteria. Registrato in aprile o maggio 1970.



  Download

1 commento:

brino puzzul ha detto...

wilder meriterebbe di essere discusso non solo per le sue canzoni, molte delle quali bellissime, ma anche per il fatto di essere uno dei pochi compositori (se non IL compositore) ad essere riuscito veramente a sposare sensibilità classica, jazz e pop in modo originale e profondo senza fare sembrare la cosa uno strano e pretenzioso ibrido, un matrimonio che non s'ha da fare come nel caso di tanti (anche dotatissimi) colleghi compositori.