Jazz nel pomeriggio

venerdì 14 gennaio 2011

Inanout (Pepper Adams)

  Questo quintetto spettacolare è composto di musicisti originari di Detroit e sobborghi, fatta l’eccezione di Zoot Sims. Come ti sarà noto, Detroit nel Michigan è stato uno dei grandi vivai del jazz post-bop. Park «Pepper» Adams (the Knife), titolare della seduta, è forse l’unico che abbia mai suonato il sax baritono in uno stile squisitamente hard bop.

  Inanout (Adams), da «Encounter», Prestige/OJC 892. Zoot Sims, sax tenore; Pepper Adams, sax baritono; Tommy Flanagan, piano; Ron Carter, contrabbasso; Elvin Jones, batteria. Registrato l’11 dicembre 1968.

2 commenti:

idiotaignorante ha detto...

" Park «Pepper» Adams (the Knife), titolare della seduta, è forse l’unico che abbia mai suonato il sax baritono in uno stile squisitamente hard bop"

Mi viene in mente pure Leo Parker, che purtroppo ha registrato troppo poco (Rolling With Leo è un bel disco, nonché l'unico che ho).

Marco Bertoli ha detto...

Leo Parker, sì, che non credo abbia fatto molto altro a proprio nome oltre al disco Bue Note che dici. Io lo associo, più che all'hard bop, al tardo bop, pensando a certe sue matrici con Fats Navarro che sono quelle che mi vengono in mente quando penso al suo nome.