Jazz nel pomeriggio

martedì 1 marzo 2011

Easy to Love (Barry Harris)

  Questa versione dello standard di Cole Porter è arrangiata da Barry Harris, e suonata da tutto il quintetto, con un brio e un’allegria fuori del comune, con il batterista Clifford Jarvis addirittura incontenibile: ecco un disco felice nel senso pieno della parola. McPherson e Hillyer si sarebbero di lì a poco illustrati con Mingus; McPherson avrebbe poi avuto una distinta carriera, spesso a fianco di Harris e che dura ancora oggi. Hillyer è purtroppo morto giovane, nel 1985.

  Easy to Love (Porter), da «Newer than New», Riverside/OJCCD-1062-2. Lonnie Hillyer, tromba; Charles McPherson, sax alto; Barry Harris, piano; Ernie Farrow, contrabbasso; Clifford Jarvis, batteria. Registrato il 28 settembre 1961.

Nessun commento: