Jazz nel pomeriggio

mercoledì 9 febbraio 2011

With a Song in My Heart - Status Seeking (Mal Waldron)

  In «With a Song in My heart» (la seduta è la stesa di Ciao!), Mal Waldron va contro tutto quello che la soave melodia e le sue parole suggeriscono, con un suono roccioso e un’esecuzione scabra e tesa, con frasi reiterate e spezzate, punteggiata da figure minacciose ai bassi. Come già osservato per Ciao!, Mal applica alla composizione una sua caratteristica equalizzazione armonica, e dal minuto 2 ripete, trasponendola, una caratteristica figura sincopata di due battute ognuna delle quali conclusa da una scala, discendente prima, ascendente poi:

(2 volte).

  With a Song in My Heart (Rodgers-Hart), da «Impressions», Prestige/OJCCD 132-2. Mal Waldron, piano; Addison Farmer, contrabbasso; Albert «Tootie» Heath, batteria. Registrato il 20 marzo 1959.




  Questa figura, o altra riducibile a essa, ricorre altre volte negli assoli di Mal, quasi carattere morelliano: con più rilievo e pregnanza che altrove, nel momento culminante del suo assolo in Status Seeking, dal minuto 4:46, pezzo che apre uno dei più classici live del jazz moderno, la scrittura al Five Spot del 1961 con Eric Dolphy e Booker Little (fra parentesi: ma possibile che i fratelli Termini, proprietari del Five Spot, in quel 1961 forse il jazz cub più famoso al mondo, non potessero permettersi, se non un piano migliore, almeno un accordatore? Una volta alla settimana?)

  Status Seeking (Waldron), da «Here and There», Prestige/OJCCD 673-2. Booker Little, tromba; Eric Dolphy, sax alto; Mal Waldron, piano; Richard Davis, contrabbasso; Ed Blackwell, batteria. Registrato il 16 luglio 1961.

Nessun commento: