Jazz nel pomeriggio

lunedì 15 novembre 2010

Tea for Two (Charlie Christian) (Thelonious Monk)

  Il Tea for Two di Charlie Christian viene dalla stessa seduta dello Stardust che ti ho proposto due giorni fa, allorché ho esaurito le iperboli.
  Quello di Monk è del 1963, con il suo quartetto di più lungo corso. Monk aveva un’affinità particolare con questa canzone (da cui deriva Skippy, sul suo primo Blue Note del 1947), a cui applica un trattamento armonico caratteristico, con una linea del basso discendente. Il disco che contiene questa versione presenta poi la singolarità di avere le note di copertina della baronessa Nica de Koenigswarter: sì, la Pannonica dedicataria di un pezzo famoso di Monk stesso.

  Tea for Two (Youmans-Caesar), da «Charlie Christian, Vol. 1», Masters of Jazz MJCD 24. Jerry Jerome, sax tenore; Frankie Hines, piano; Charlie Christian, chitarra; Oscar Pettiford, contrabbasso. Registrato il 24 settembre 1939 all’Harlem Breakfast Club di Minneapolis.


Tea for Two, da «Criss-Cross» Columbia 8697-14548-2. Charlie Rouse, sax tenore; Thelonious Monk, piano; John Ore, contrabbasso; Frankie Dunlop, batteria. Registrato il 26 febbraio 1963.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

ma quanto era avanti ritmicamente charlie christian?

Marco Bertoli ha detto...

Anonimo, io sono contento che tu mi segua e ancora di più che apprezzi Charlie Christian, ma ti vorrei meno anonimo. Non pretendo le tue generalità, ma un nome o un numero con cui distinguerti, altrimenti come so che sei quest'Anoimo o un altro Anonimo?

Grazie