Jazz nel pomeriggio

mercoledì 20 gennaio 2016

Tone Field – Trilogy I (Gary Peacock)

 Lo Standard Trio di Keith Jarrett, che credo sia ora nel trentacinquesimo anno di attività ammesso che agisca ancora, nacque nel 1977 come formazione esclusivamente discografica a nome di Gary Peacock e per determinata iniziativa di Manfred Eicher, il creatore della ECM; e fin qui, non è chi non lo sappia.

 In realtà io non giurerei che quella circostanza autorizzi a cercare lì delle premonizioni del trio di Jarrett. Quanto risulta chiaro chiarissimo da questo disco, dal titolo infinitamente suggestivo, è l’influenza molto forte che Paul Bley e i suoi trii hanno esercitato su questa musica e in particolare su Keith Jarrett*, e non è di sicuro un’osservazione di grande originalità  neanche questa. Peacock è un collaboratore storico di Bley e quasi a principio di Trilogy I cita And Now, The Queen, composizione di Carla Bley resa celebre soprattutto da una memorabilissima interpretazione di Paul in «Open, To Love».

 Tone Field è un’escursione in un territorio free, con juicio, che questo trio, ormai di Jarrett, non avrebbe rivisitato prima del 2000 nel disco «Inside Out». A proposito di «Inside Out», Ethan Iverson racconta che Bley gli disse: qui Keith Jarrett ha dimostrato che, in fin dei conti, è capace di suonare come suonavo io nel 1965.

* Sull’internet ho letto qualcuno che, sicuramente sentendosi furbissimo, ha citato questo fatto come se dovesse ricadere a disdoro di Jarrett. Si può essere più buzzurri?

 Trilogy I (Peacock), da «Tales Of Another», ECM 1101. Keith Jarrett, piano; Gary Peacock, contrabbasso; Jack DeJohnette, batteria. Registrato nel febbraio 1977.

 Tone Field (Peacock), id.

2 commenti:

isabella mei ha detto...

Bellissimo. Lo si ascolta col massimo raccoglimento. Grazie.

Marco Bertoli ha detto...

Bello sì… molto di quegli anni, ma in una bella maniera.