Jazz nel pomeriggio

lunedì 18 gennaio 2016

Lonely Woman – Funk In The Evening (Curtis Amy)

 Di nuovo ti presento musica di Curtis Amy, di nuovo mi riprometto di parlartene meglio e di nuovo non lo faccio. Non penso tuttavia che tu abbia a rammaricartene.

 Questa Lonely Woman non è quella di Ornette Coleman, evocata in absentia per due giorni di seguito, e nemmeno quella di Horace Silver. Funk In The Evening è ripresa dal vivo alla Lightouse di Hermosa Beach, LA, già palestra del West Coast jazz e nel 1962 dotata di un pianoforte derelitto, su cui tuttavia John Houston mostra un certo spirito.

 E ora divertiti, è un ordine.

 Lonely Woman (Amy), da «Mosaic Select: Curtis Amy», MS-007 72453 93419 2 7. Dupree Bolton, tromba; Curtis Amy, sax soprano; Ray Crawford, chitarra; Jack Wilson, piano; Victor Gaskin, contrabbasso; Doug Sides, batteria. Registrato il 3 febbraio 1963.

 Funk In The Evening (Amy), id. Roy Brewster, trombone a pistoni; Amy, sax tenore; Roy Ayers, vibrafono; John Houston, piano; Bob Whitlock, contrabbasso; Larance Marable, batteria. Registrato il 29 luglio 1962.

4 commenti:

LUIGI BICCO ha detto...

Due bei pezzi. Più che divertirsi c'è da rilassarsi. Di Curtis Amy conosco pochissimo. Se tu dovessi consigliarmi qualche album in particolare, quale citeresti?
(Stamattina, dopo il tuo post, sto ascoltando Katanga! con Dupree Bolton).

Marco Bertoli ha detto...

Bolton è stato un trombettista notevole, in passato ne ho pubblicato qualcosa con Harold Land, ora purtroppo perduta. Per Amy, ti consiglierei proprio questi tre dischi ripubblicati dalla Mosaic. Niente di cui scrivere a casa, come hai intuito, ma, come scrivevo qui tempo fa, Amy declina il verbo tenoristico texano in modo personale e piacevolmente rilassato, forse per influsso dell'ambiente californiano.

LUIGI BICCO ha detto...

Grazie per la dritta. Purtroppo su spotify non c'è il set, ma investigando velocemente sulla rete ho scoperto qualcosa in più su questo e su tanti altri Mosaic Select. Tanta bella roba. Peccato abbiano un prezzo così "importante".

Per tornare ad Amy, per ora ascolto singolarmente quelli raccolti nel set, che ho scoperto essere questi:
#1-1 to 1-5 originally issued on "The Blues Message"
#1-6 to 1-11 originally issued on "Meetin' Here"
#2-1 to 2-6 originally issued on "Groovin' Blue"
#2-7 to 2-13 originally issued on "Way Down"
#3-1 to 3-6 originally issued on "Tippin' On Through"
#3-7 to 3-12 originally issued on "Katanga!"

Guido ha detto...

Katanga!!! Grazie per avermelo ricordato, lo sto risentendo con piacere.
Per Bolton ricordo The Fox di Harold Land, bel disco con tanto di Elmo Hope al piano.
Adesso mi riascolto anche quello!