Jazz nel pomeriggio

giovedì 8 dicembre 2011

Ad Infinitum (Art Farmer)

  Un altro originale tema in 6/4 di Carla Bley, dal grande disco del 1965 di Art Farmer di cui ti ho già presentato il pezzo eponimo circa un anno fa.

  Ad Infinitum (C. Bley), da «Sing Me Softly of the Blues», Atlantic 7567-80773-2. Art Farmer, flicorno; Steve Kuhn, piano; Steve Swallow, contrabbasso; Pete La Roca, batteria. Registrato il 30 marzo 1965.



  Download

3 commenti:

prospettive musicali ha detto...

Bella versione, con un ottimo La Roca, tra gli altri.
Carla Bley ha inciso ben tre volte questa sua composizione: la prima in "Dinner Music" (1977); poi in duo con Swallow (che qui suona con Farmer) in "Go Together" (1992); infine con i Lost Chords in "Find Paolo Fresu" (il quale Fresu fa però molto rimpiangere Farmer; 2007).
Ed è anche uno dei brani di Carla Bley più frequentati da altri: oltre a Farmer, lo hanno registrato Steve Kuhn (anch'egli con Farmer qui) in "Watch What Happens" (1968) e Phil Woods in "At the Montreux Jazz Festival" (1969).
Puoi scaricarne il lead sheet in pdf da
http://www.wattxtrawatt.com/AdInfinitum.pdf

Ciao

Alessandro

Marco Bertoli ha detto...

Questo è uno dei grandi dischi degli anni Sessanta e La Roca è stato un grande batterista. Puoi credere che abbia rinunciato per fare l'avvocato?

Uno di questi giorni pubblicherò la versione di "Dinner Music", che è molto diversa e molto bella (vi suona Roswell Rudd)

(il quale Fresu fa però molto rimpiangere Farmer; 2007).

Ehm, non posso crederci...

Ciao Ale

Anonimo ha detto...

E Swallow un grande contrabbassista ed un monumentale bassista elettrico...
M.G.