Jazz nel pomeriggio

domenica 11 dicembre 2011

Solar (Steve Kuhn)

  Steve Kuhn, sentito anche due giorni fa con Art Farmer, è un pianista meraviglioso. So che l’ho già detto altre volte, ma ogni volta che lo ascolto torno a entusiasmarmi. Quest’uomo sembra incapace di esprimersi in modo sciatto o banale.

  Questa è forse la versione più originale che abbia mai sentito della composizione di Miles Davis, che è già piuttosto strana di suo – un pezzo di 12 battute che non è un blues. Kuhn è un pianista del genere enciclopedico, un po’ alla Martial Solal, se vogliamo, ma a differenza di Solal (un altro che ammiro intensamente), Steve non suona mai freddo o meramente ingegnoso.

  Solar (Davis), da «Live at Maybeck Recital Hall vol. 13», Concord Jazz CCD-4484. Steve Kuhn, piano. Registrato il 18 novembre 1990.



  Download

3 commenti:

sergio pasquandrea ha detto...

Sbaglio, o hai caricato il file errato? ;-)

Jazz nel pomeriggio ha detto...

Ops! Adesso rimedio

Anonimo ha detto...

Appunto. Solal, un genio senza ombra di dubbio, spesso mi suona distante, coerente in un universo nel quale non riesco ad entrare. Kuhn invece mi emoziona sempre.
M.G.