Jazz nel pomeriggio

mercoledì 30 luglio 2014

Whims of Chambers (Paul Chambers)

 C’è chi giura sul primato di Paul Chambers (1935-1969) fra i contrabbassisti di una generazione che ne ha espressi tanti di davvero grandi. Io non mi sbilancio, ma di sicuro c’erano ragioni cogenti a rendere Chambers il bassista più registrato degli anni Cinquanta e Sessanta.

 Uno dei più classici sidemen dell’hard bop, Chambers figura benissimo anche nelle poche uscite da leader, di cui questa è la seconda – Chambers aveva ventun anni e la formazione che guida è l’almanacco di Gotha dell’hard bop e della Blue Note (altrove nel disco suonano anche Coltrane e Donald Byrd).

 Whims of Chambers (Chambers), da «Whims of Chambers», Blue Note 5 25752 2. Kenny Burrell, chitarra; Horace Silver, piano; Paul Chambers, contrabbasso; Philly Joe Jones, batteria. Registrato il 21 settembre 1956.



 Download

Nessun commento: