Jazz nel pomeriggio

martedì 29 luglio 2014

Do Nothin’ Till You Hear from Me (Duke Ellington)

 Duke Ellington nel 1967 proponeva alcuni classici che l’orchestra non aveva mai tralasciato, in versioni concise e, almeno nel caso di questa Do Nothing (alias Concerto for Cootie), resa come un’impressione della canzone, sorprendenti. Il pezzo è affidata in primo luogo al liquido, acquarellato colore del trombone di Lawrence Brown, diluito ulteriormente e mosso da un incessantemente inventivo accompagnamento pianistico. Il finale, in cui interviene il resto dell’orchestra, ha invece una ferocia sconosciuta alle altre versioni del pezzo.

 Colgo l’occasione anche per segnalare questa nuova risorsa ellingtoniana online: «The Duke – Where and When, A Chronicle of Duke Ellington’s Working Life and Travels», curata dal canadese David Palmquist.

 Do Nothin’ Till You Hear from Me (Ellington-Russell), da «The Popular Ellington», RCA. Cat Anderson, Mercer Ellington, Herb Jones, Cootie Williams, tromba; Lawrence Brown, Buster Cooper, trombone; Chuck Connors, trombone basso; Jimmy Hamilton, clarinetto; Russell Procope, Johnny Hodges, sax alto; Paul Gonsalves, sax tenore; Harry Carney, sax baritono; Duke Ellington, piano; John Lamb, contrabbasso; Sam Woodyard, batteria. Registrato nel marzo 1966.



 Download

Nessun commento: