Jazz nel pomeriggio

lunedì 28 luglio 2014

Greenhouse – Casbah (Charlie Rouse & Red Rodney)

 In un discorso (quale questo blog anche vuole essere) sul repertorio del jazz, inevitabilmente ricorrono i travisamenti di What Is This Thing Called Love, lo standard più visitato e più contraffatto dai jazzisti moderni. Questo magnifico quintetto riunisce due protagonisti del bebop, anzianotti ma tutt’altro che past their prime, e una ritmica d’eccellenza, in cui si ascolta con piacere il grande pianista Albert Dailey (1938-1984), qui alla sua ultima incisione.

 (Segue una composizione di Tadd Dameron che ben meriterebbe l’inserimento nel repertorio).

 Greenhouse (Bobby Porcelli), da «Social Call», Uptown UPCD 27.50. Red Rodney, tromba; Charlie Rouse, sax tenore; Albert Dailey, piano; Cecil McBee, contrabbasso; Kenny Washington, batteria. Registrato il 21 gennaio 1984.



 Download

 Casbah (Dameron), id.



 Download

Nessun commento: