Jazz nel pomeriggio

venerdì 21 marzo 2014

The Ballad Of Open Bliss (Rusty Bryant)

 Rusty Bryant (1929-1991), saxofonista alto e tenore dell’Ohio non imparentato con i fratelli Ray e Tommy Bryant, fra anni Sessanta e Settanta incise molto per la Prestige e con questo disco, che è del 1970, raggiunse un buon successo di vendite. Il complesso raccoglie esperti praticanti del soul jazz, fra cui il dinamico Charles Earland, qui già sentito.

 Bryant, che in questo pezzo suona l’alto, non è un solista di speciale levatura, ma ha un genere di suono e di vibrato, intensi e lucenti, che risalgono a Earl Bostic (e per li rami, tramite Johnny Hodges, a Sidney Bechet) e che si ritrovano per esempio in un grande esponente del saxofonismo soul nero come King Curtis.

 The Ballad Of Open Bliss (Bryant), da «Soul Liberation», Prestige PR 7798. Virgil Jones, tromba; Rusty Bryant, sax alto; Charles Earland, organo; Melvin Sparks, chitarra; Idris Muhammad, batteria. Registrato il 15 giugno 1970.



 Download

Nessun commento: