Jazz nel pomeriggio

martedì 25 marzo 2014

Dogs Outside (Todd Sickafoose)

 Anni fa, in una delle zone jazzisticamente più desolate degli Stati Uniti e forse del mondo, ascoltai un complesso dal drive un po’ sonnambolico ma potente. Lo guidava un giovane contrabbassista nord-californiano, Todd Sickafoose, e da lui comprai nell’occasione il presente disco.

 Mi aspettavo di sentirne riparlare ma non è andata così, il che la dice abbastanza lunga su quanto io sia sintonizzato con lo spirito dei tempi. Ho comunque appreso dall’internet che Sickafoose ha suonato prima e dopo di allora con nomi illustri e anche non tanto illustri del jazz e dintorni (Jenny Scheinman, Don Byron, Myra Melford) e soprattutto del rock o rock-folk o indie-rock (Ani DiFranco) e che nel secondo ambito si è illustrato anche come «producer».

 Il fatto che sia stato studente di Charlie Haden rende ragione del suo suono poderoso e delle sue linee solide; in più Sickafoose, che sarà sulla quarantina, ha studiato composizione con Mel Powell, appena sentito da queste parti.

 On a different note, ti ricordo che i commenti sono non solo sempre aperti, ma addirittura graditi.

 Dogs Outside (Sickafoose), da «Dogs Outside», Evander Music Em 101. Peter Epstein, sax alto; Alan Ferber, trombone; Justin Morell, chitarra; Todd Sickafoose, contrabbasso; Mark Ferber, batteria. Registrato nel luglio 1999.



 Download

2 commenti:

Paolo Lancianese ha detto...

E' blandamente interessante quello che su Wikipedia è dato come l'ultimo suo album, "Tiny Resistors" del 2008. Ce l'ho sul mio disco rigido e lo sto ascoltando in questo momento. Mi sembra che persegua una "piacevolezza" abbastanza facile; alcuni brani - forse i più interessanti - sono pericolosamente ipnotici. Vi compaiono come ospiti Andrew Bird (anche fischiettante) e la citata Ani DiFranco (con una voce telefonata che sembra provenire dall'altro mondo), e lui suona non solo il contrabbasso e il basso elettrico, ma in aggiunta piano e piano elettrico (Wurlitzer) e celesta, vibrafono e marimba, fisarmonica e campanelli. Nient'altro?

Marco Bertoli ha detto...

Urka. Non mi hai proprio invogliato.