Jazz nel pomeriggio

giovedì 12 luglio 2012

Three Little Words (Milt Jackson & John Coltrane)

 Questo incontro discografico di Milt Jackson e John Coltrane (1959) mi piace per tutti i motivi ovvî e per un altro ancora: accosta due fra gli improvvisatori di jazz più grandi e due che non potrebbero essere più diversi, proprio in quanto improvvisatori. La musica sgorga da Jackson spontanea e in apparenza inesauribile come acqua da una sorgente che scorra poi impetuosa, ma entro argini ben segnati; in Coltrane, ogni frase risulta da una ricerca testarda e faticosa e la loro successione non si svolge orizzontale, come quella (fluviale) di Jackson, ma si tende verso l’alto, a volte ricadendo su se stessa, nello sforzo di vincere la gravità musicale.

 Three Little Words (Ruby-Kalmar), da «Bags & Trane», Atlantic 7657-81348-2. John Coltrane, sax tenore; Milt Jackson, vibrafono; Hank Jones, piano; Paul Chambers, contrabbasso; Connie Kay, batteria. Registrato il 15 gennaio 1959.



 Download

Nessun commento: