Jazz nel pomeriggio

venerdì 29 luglio 2011

Tunnel Vision - Seasons (D. D. Jackson)

  D. D. Jackson, canadese del 1967, è uno dei pianisti più interessanti espressi dal jazz negli ultimi vent’anni. Uno studente di Don Pullen, e si sente nel primo pezzo qui sotto, si è fatto dapprima notare nei complessi di David Murray.

  L’irrequietezza che gli viene da un talento poliedrico, applicato oggi prevalentemente ai diversi ambiti della composizione e all’insegnamento nonché al repertorio classico del pianoforte, l’ha un po’ sottratto al radar jazzistico. Senti qui, nel disco d’esordio a proprio nome, di che cosa è capace.

  Tunnel Vision (Jackson), da «Peace Song», Justin Time JIT 72. D. D. Jackson, piano; John Geggie, contrabbasso; Jean Martin, batteria. Registrato il 25 o il 26 novembre 1994.



  Download

  Seasons (Jackson), id. più David Murray, sax tenore.



  Download

3 commenti:

sergio pasquandrea ha detto...

ricordo che teneva anche una bella rubrica su "downbeat", ricca di riflessioni, aneddoti, spesso anche molto divertenti.

Jazz nel pomeriggio ha detto...

Sì, telentuoso e ingegnoso. Peccato per noi che non si sia dedicato al jazz con più costanza.

aL ha detto...

Lo vidi qualche anno fa nel gruppo di Amiri Baraka qua a Brescia. Mi impressionò molto. Recentemente l'ho sentito su altre cose come una sua versione delle Goldberg e un suo piano solo su un brano di Monk e mi ha lasciato un po' perplesso....
... ad ogni modo un talento notevole. Bellissimo Seasons!

aL