Jazz nel pomeriggio

sabato 2 luglio 2011

High Seas (Art Taylor)

  Oggi mi dettava di sentire un disco di hard bop tipico, quintessenziale, bluenotico, di non eccessivo impegno, ben suonato. Ho trovato che andasse a pennello questo a nome di Art Taylor, praticamente lo house drummer della Blue Note, con altri tre personaggi iconici dell’era e dell’etichetta come Turrentine, Kelly e Chambers.

  High Seas (Dorham), da «A.T.’s Delight», Blue Note CDP 7 84047-2. Dave Burns, tromba; Stanley Turrentine, sax tenore; Wynton Kelly, piano; Paul Chambers, contrabbasso; Art Taylor, batteria. Registrato il 6 agosto 1960.



  Download

2 commenti:

Maurizio Brancaleoni ha detto...

Bel pezzo, solido, pulito...molto simile a'Mahjong' di Wayne Shorter in alcuni punti, forse una reinterpretazione?

Jazz nel pomeriggio ha detto...

C'è una certa somiglianza di colore. Mahjong è assai più complessa e tutta intrisa dei voicing di Tyner. E comunque è successiva di ben quattro anni!