Jazz nel pomeriggio

giovedì 19 gennaio 2012

I Love You - For Real - The Girl of Ipanema (Hampton Hawes)

  Hampton Hawes condivise occasionalmente due bassisti con Bill Evans, che può considerarsi, pianisticamente, il suo opposto.

  In «For Real!» Scott LaFaro, pre-Evans, ha ventidue anni ma è già ben sperimentato sulla scena di Los Angeles, la sua città; anche il suo stile appare formato, pur se qui, con Hawes, LaFaro sembra badare al corpo del suono più che non farà con Evans due anni dopo; tuttavia la scelta di note, l’ampio uso di terzine, la frequente interruzione del walkin’ regolare in quattro ne denunciano già chiaramente la personalità innovativa.

  In «Here and Now», Hawes suona con Chuck Israels, che aveva sostituito LaFaro nel trio di Evans. Israels, altro grande contrabbassista, è nel complesso più regolare di LaFaro, che in alcuni momenti andava a cozzare contro il pianista.

  Hampton Hawes, infine, è in entrambi i dischi in forma radiosa, malgrado la track list poco entusiasmante del secondo, che consiste quasi per intero di hit del momento (ci sono anche Chim Chim Cheree e People). Sentilo sgranare articolatissime quelle che davvero, in una metafora logora che qui riprende vita, sembrano «raffiche» di note: sode, inarrestabili, velocissime, eppure di traiettoria misteriosamente effettata. Di Girl of Ipanema, Hampton offre una versione swingante, non a bossa nova, che riprende la pratica bebop detta dell’anatole: dopo l’introduzione a tempo libero, in cui il tema è parzialmente enunciato e riarmonizzato, Hampton spara un conciso tema di netto sapore bebop sulle armonie del pezzo, ora arricchite di quarte alla mano sinistra e di un aroma modale: si era nel 1965 e anche lui aveva ascoltato McCoy Tyner. Nel suo assolo, sembra che Hampton aggredisca la musica staccandone e facendone volare in giro delle schegge acuminate.

  Nei primi due pezzi ammira una volta di più Harold Land, un altro californiano, il primo fiato (e uno dei pochi) a mai incidere con Hawes.

  I Love You (Porter), da «For Real!», Contemporary/OJCCD 7132. Harold Land, sax tenore; Hampton Hawes, piano; Scott LaFaro, contrabbasso; Frank Butler, batteria. Registrato il 17 maggio 1958.



  Download

  For Real (Hawes-Land), id.



  Download

  The Girl of Ipanema (Jobim), da «Here and Now», Contemporary/OJCCD 178-2. Hampton Hawes, piano; Chuck Israels, contrabbasso; Donald Bailey, batteria. Registrato il 12 maggio 1965.



  Download

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Che meraviglia che è "Here and now"! E quanto tempo dovrà passare per riconoscere ad Israels il giusto credito? Bel post, bella musica. E "The fox" di Land è un altro di quei dischi da non dimenticare.
M.G.

Jazz nel pomeriggio ha detto...

E "The fox" di Land è un altro di quei dischi da non dimenticare.

Anche per la presenza di Dupree Bolton, un altro di quei personaggi sfuggenti.