Jazz nel pomeriggio

venerdì 15 marzo 2013

Little David’s Fugue (Art Farmer)

 La composizione è di John Lewis, l’arrangiamento – che non ci lesina il clavicembalo – è di Benny Golson e il solista è Art Farmer, nel 1966 dinanzi a un’orchestra per lo più di «turnisti». Il risultato è kitschevole (e ringrazia che ti risparmio la versione golsoniana dell’Aria sulla quarta corda) ma astuto e carezzevole all’orecchio, soprattutto per l’intelligente composizione di Lewis, per tacere del fatto che la sonorità del flicorno di Farmer è spettacolo sonoro di per sé.

 Ogni tanto ci vuole anche una cosa così.

 Little David’s Fugue (John Lewis), da «Baroque Sketches», Columbia CS 9388. Art Farmer, flicorno, con «The Baroque Orchestra», fanfara di ottoni e arpa, più Don Butterfield, tuba; Ted Gompers, Romeo Penque, ance; George Duvivier, contrabbasso; Phil Kraus o Don Lamond, batteria.  Registrato il 13 settembre 1966.



 Download

2 commenti:

LUIGI BICCO ha detto...

Che forte. Cacchio. Addirittura l'entrata in clavicembalo (è il clavicembalo, giusto?)

Chissà perché su allmusic (QUI) lo accoppiano con "The Time and the Place". Sarà un album simile?

Marco Bertoli ha detto...

Mi fa piacere che tu abbia gradito, è un ear candy.

Non conosco «The Time and the Place» e mi sembra molto interessante. Non credo c'entri con il disco barocco; oggi si ristampano molti dischi un po' alla come viene.