Jazz nel pomeriggio

lunedì 10 settembre 2012

Petits Machins (Johnny Coles)

 Questa versione di Petits Machins, composizione di Miles Davis e Gil Evans (da «Filles de Kilimanjaro») si deve a Johnny Coles (1926-1997), una delle presenze carsiche del jazz moderno e anche di Jazz nel pomeriggio. Partito dal rhythm & blues di Eddie Vinson ed Earl Bostic, Coles diede contributi rilevanti alle orchestre di Gil Evans – è presente in quasi tutti i suoi dischi maggiori – e a uno dei più bei complessi di Mingus, quello con Dolphy, Jordan e Byard.

 Nel disco si ascolta anche una prestazione rara (unica? Luca Conti?) di Reggie Workman al basso elettrico. Howard Johnson e Bruce Ditmas in quei primi anni Settanta suonavano anch’essi nell’orchestra di Gil Evans.

 Petits Machins (Davis-Evans), da «Katumbo (Dance)», Mainstream MRL 346. Johnny Coles, tromba; Astley Fennell, trombone; Howard Johnson, tuba; Gregory Herbert, sax tenore; Cedar Walton, piano elettrico; Reggie Workman, basso elettrico; Bruce Ditmas, batteria. Registrato nel 1971.



 Download

3 commenti:

Paolo Lancianese ha detto...

Reggie Workman ha suonato il basso elettrico (oltre che il contrabbasso) anche in "Brilliant Circles" di Stanley Cowell (con Bobby Hutcherson, Woody Shaw, Tyrone Washington, Joe Chambers). Poi basta, credo.

Marco Bertoli ha detto...

Merci!

LC ha detto...

Possedendo da tempo immemorabile il vinile del disco di Coles (1000 lire da Nannucci a Bologna)..., garantisco che Workman vi suona il basso elettrico (c'è una foto).

Per il resto, concordo con Paolo. Altre apparizioni elettriche non ne conosco.

LC