Jazz nel pomeriggio

venerdì 17 agosto 2012

Rufus (swung his face at last to the wind, then his neck snapped) (Archie Shepp)

 Indimenticabile il titolo, che in poche parole dice tutta una storia e il clima di quegli anni in America; e indimenticabile la musica, naturalmente, eseguita un giorno d’estate del 1965 al festival di Newport. 

 Rufus (swung his face at last to the wind, then his neck snapped) (Shepp), da «New Thing at Newport», Impulse!  0602517920392. Archie Shepp, sax tenore; Bobby Hutcherson, vibrafono; Barre Phillips, contrabbasso; Joe Chambers, batteria. Registrato il 2 luglio 1965.



 Download

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Formidabile. E formidabile anche la versione in studio dell'anno prima, con una formazione molto diversa, in coda al disco di omaggio a Coltrane, con il quale qui condivide il palco. Davvero non saprei quale preferire. Tu? Certo, "Four for Trane", "Fire Music", "On this Night", questo set newportiano costituiscono un autentico poker d'assi.

Paolo Lancianese ha detto...

Scusa. Ero io.

Marco Bertoli ha detto...

Lo so, mi sa che siamo rimasti giusto tu e io…

Marco Bertoli ha detto...

Sono due bellissime versioni. Occhio domattina: ti ho proposto un Rufus diversissimo, spero di tuo gusto.