Jazz nel pomeriggio

domenica 26 agosto 2012

Arlene (Teddy Charles)

 Questa formazione guidata da Teddy Charles fu commercializzata sul finire degli anni Cinquanta dalla Prestige come Prestige Jazz Quartet, per metterla in concorrenza diretta con il Modern Jazz Quartet d’identica formazione. Si è visto che concorrenza il PJQ sia stato oer il MJQ, ma era tutt’altro che una formazione scadente o meramente occasionale; in particolare, oltre ai molti meriti di Charles, aveva Mal Waldron al piano che già andava mettendosi in luce come compositore e pianista di personalità spiccata (e fra l’altro la situazione ci permette di notare nel pianismo del giovane Waldron un’influsso non trascurabile proprio del minimalismo lewisiano, di John Lewis, intendo).

 Fuori posto, forse solo fuori forma, mi pare invece Idrees Sulieman. Sulieman è stato un trombettista di carriera lunga, varia e illustre (fu nella prima seduta discografica di Monk a proprio nome, nel 1947), ma aveva uno stile e una sonorità, diciamo così, corpulenti, per alcuni versi premoderni, e piuttosti alieni a sottigliezze o sfumature, così che la sua tromba si aggiunge spesso alle trame sottostanti come una spessa mano di vernice all’olio. Si sente inoltre qui in modo particolarmente fastidioso un difetto tecnico che in qualche modo gli rendeva difficoltosi gli acuti, al tempo stesso praticamente privandolo del registro grave.

 Arlene, come sentirai subito, è All the Things You Are con le armonie modificate nell’head (non nei successivi chorus).

 Arlene (Charles), da «Vibe-Rant», Savoy/Blue Moon BMCD 1626. Idrees Sulieman, tromba; Teddy Charles, vibrafono; Mal Waldron, piano; Addison Farmer, contrabbasso; Jerry Segal, batteria. Registrato il primo aprile 1957.



 Download

Nessun commento: