Jazz nel pomeriggio

lunedì 21 maggio 2012

Soul Stirrin’ (Bennie Green)

 A me piacciono molto i dischi che Bennie Green, trombonista fra i pionieri del jazz moderno, anche se non in primissima fila, fece negli Cinquanta in compagnia sempre molto scelta e con un repertorio felice. Qui c’è anche Babs Gonzales, in una sua composizione funky avanti lettera e armonicamente non del tutto prevedibile.

 Green, con il suo suono ampio e caldo, pre-bop, è sempre un vero piacere da ascoltare e si abbina bene a Gene Ammons e meno bene al non molto noto sax tenore bianco Billy Root, che purtroppo si riduce a citare quasi in sequenza il Canto dei battellieri del Volga e il Volo del calabrone.

 Soul Stirrin’ (Gonzales), da «Mosaic Select: Bennie Green», Mosaic MS-003 72435 82418 2 2 [«Soul Stirrin’», Blue Note BST 81599]. Bennie Green, trombone; Billy Root, Gene Ammons, sax tenore; Sonny Clark, piano; Ike Isaacs, contrabbasso; Elvin Jones, batteria; Babs Gonzales, canto. Registrato il 28 aprile 1958.



 Download

Nessun commento: