Jazz nel pomeriggio

giovedì 11 febbraio 2016

Spiritus Parkus (Parker’s Spirit) (Dizzy Reece)

 Questo post vuole mettere in rilievo Cecil Payne, anche compositore del tema, non meno del leader della seduta, il caro Dizzy Reece.

 Personale visione, Payne aveva dello spirito di Parker.

 Spiritus Parkus (Parker’s Spirit) (Dizzy Reece), da «Asia Minor», Prestige/OJCCD-1806-2. Dizzy Reece, tromba; Joe Farrell, sax tenore; Cecil Payne, sax baritono; Hank Jones, piano; Ron Carter, contrabbasso; Charli Persip, batteria. Registrato il 13 marzo 1962.

3 commenti:

Paolo il Lancianese ha detto...

Non ricordo chi l'ha scritto, ma condivido in pieno: "Uno che parli dei grandi saxofonisti baritoni e non si dilunghi su Cecil Payne – che fu il primo a suonare il bebop sul baritono e a mio giudizio il più fluido e naturale fra tutti i baritonisti – , non è degno che gli si offra nemmeno una cedrata Tassoni".

Marco Bertoli ha detto...

Chiunque sia non ha classe, perché la Cedrata Tassoni è il beveraggio dell'uomo elegante.

loopdimare ha detto...

La Cedrata Tassoni non è bebop ma è cool jazz...