Jazz nel pomeriggio

giovedì 1 ottobre 2015

Summer Song – Stupid Song (Bob Brookmeyer)

 Bob Brookmeyer, appunto, plays the piano con una ritmica danese. Summer Song è Summertime travisata.

 Arranger’s piano molto gradevole e prima apparizione di Brookmeyer su «Jazz nel pomeriggio» come titolare di un post.

 Summer Song (Brookmeyer), da «Bob Brookmeyer Plays Piano», Challenge CHR 64103. Bob Brookmeyer, piano; Mads Vinding, contrabbasso; Alex Riel, batteria. Registrato nel giugno 2000.

 Stupid Song (Brookmeyer), id.

4 commenti:

loopdimare ha detto...

lo conoscevo come pianista per l'incontro (secondo me non felicissimo) con Bill Evans, quando facevano i cacciatori d'avorio...

Marco Bertoli ha detto...

So che c’è quel disco ma non l’ho mai sentito.

Paolo il Lancianese ha detto...

Non sarà da annoverare tra le opere più memorabili di Evans (e neppure di Brookmeyer), ma "The Ivory Hunters" è di piacevolissimo ascolto: i due suonano rilassati e leggeri pescando in un repertorio forse un po' troppo facile ma suggestivo. Quarantuno anni dopo, in "Plays Piano" Brookmeyer riprende due brani dell'antico disco: "The Man I Love" e "It Could Happen to You" - e questo forse vuol dire qualcosa.

loopdimare ha detto...

io l'ho trovato un po' "confuso" ma devo dire che l'unica accppiata pianista che mi ha divertito è stata quella di Peterson-Basie.