Jazz nel pomeriggio

venerdì 13 settembre 2013

The Music That Makes Me Dance (Hampton Hawes)

 L’angolo del Kitsch! Non avrai mica pensato che l’estate si fosse portata via questa rubrica, eh? La sua periodicità continua a essere irregolare, ma il Kitsch jazzistico incomberà su di te come l’improvvisa gocciante percolazione di un liquido immondo dal soffitto, o come un senso di colpa che non riesce a restare nascosto troppo a lungo.

 Io vado matto per Hampton Hawes e detesto cordialmente i musical, siano in forma di film o nell’originale forma teatrale (non dirmi che gli standard che tanto mi piacciono vengono quasi tutti da lì, lo so benissimo). Nel Kitsch di questo disco with strings si contemperano dunque amore e fastidio.

 Questa canzone viene da Funny Girl, un musical di Broadway del 1964, poi un film, l’uno e l’altro con Barbra Streisand, cantante che con il Kitsch si è trovata associata strettamente anche più volte del necessario. In realtà la canzone non è neanche troppo male, ma l’arrangiamento è da depravati: e sì che l’ha scritto Bill Byers, che non era proprio un cretino. Hawes e i suoi suonano bene, ma non è che possano fare i miracoli, anche loro.

 The Music That Makes Me Dance (Styne-Merrill), da «Hampton Hawes Plays Movie Musicals», Fresh Sound FSR 672. Hampton Hawes, piano; Bob West, contrabbasso; Larry Bunker, batteria, con orchestra arrangiata e diretta da Bill Byers. Registrato nell’agosto 1969.



 Download

Nessun commento: