Jazz nel pomeriggio

domenica 14 aprile 2013

Sweet Lorraine (Oscar Peterson)

 In aggiunta al suo talento di pianista, Oscar Peterson ne aveva un altro più peculiare, perfettamente inutile: quello di saper cantare quasi come Nat King Cole. Così fece, suonando anche, per tutto questo disco del 1965, l’anno in cui Cole morì. Il timbro è effettivamente molto simile, e per qualche secondo ci si può perfino confondere.

 Interessa di più notare come, nel suo assolo, Oscar tenga la marcia bassa per evocare lo stile pianistico di Cole, che del resto era stata una delle sue originarie ispirazioni.

 Sweet Lorraine (Burwell-Parrish), da «With Respect To Nat», Verve 557486. Oscar Peterson con Herb Ellis, chitarra; Ray Brown, contrabbasso. Registrato il 28 ottobre 1965.



 Download

5 commenti:

sergio pasquandrea ha detto...

ce l'ho questo disco, in effetti l'effetto è abbastanza inquietante.

Carlo ha detto...

E' la prima volta che sento la voce di Peterson. Nel mio mondo incantato i musicisti sono tutti afoni.
Ciao.

Marco Bertoli ha detto...

Nel mio mondo incantato i musicisti sono tutti afoni.

Alle volte, quando li senti parlare, alcuni ti augureresti che lo fossero.

lillo ha detto...

oggi sono stato sul sito della minimum fax per vedere l'ultimo libro che hai tradotto, e mi sono ritrovato davanti alla playlist che hai abbinato, fantastica! :D

Marco Bertoli ha detto...

Gà, è vero. Voi affezionati di Jnp non ci troverete molto di nuovo, ma magari piacerà trovare una dozzina di pezzi raccolti:

http://snipurl.com/26u2hg3

(Grazie Tonio).