Jazz nel pomeriggio

martedì 23 aprile 2013

If You Go Away [Ne me quitte pas] (Frank Sinatra)

  Sinatra è stato il Derrida della hit parade. Il postmoderno del microfono, colui che ha fatto a Cole Porter e a George Gershwin quello che Roland Barthes ha fatto, in S/Z, a “Sarrasine” di Honoré de Balzac. Altri avranno cantato canzoni d’amore; Sinatra le ha decostruite. 
Ted Gioia, «The Birth (And Death) Of The Cool», Speck Press 2009, p. 169.
 È sorprendente che in tre anni non abbia mai pubblicato una canzone cantata da Frank Sinatra, uno dei miei preferiti; ancora di più lo è forse che ne abbia scelta, fra le migliaia, una così poco jazzistica, anche nell’arrangiamento. Gli è che volevo proprio fare pendent con l’esecuzione di Nina Simone subito sotto (nonché citare l’esorbitante paragrafo di Ted Gioia).

 If You Go Away [Ne me quitte pas] (Brel-McKuen), da «My Way», Concord Records. Frank Sinatra. Registrato nel febbraio 1969.



 Download

1 commento:

Carlo ha detto...

Anche a me piace molto.
Poi, in questo caso, c'è di mezzo Brel...

Ciao!