Jazz nel pomeriggio

venerdì 5 aprile 2013

Mrs. Parker of K.C. (Eric Dolphy)

 Il 1960 fu discograficamente produttivo per Eric Dolphy, che registrò diversi album a proprio nome e partecipò come sideman a parecchi altri (uno, in sezione, perfino di Sammy Davis Jr). Sorprende di più quanto Dolphy potesse essere produttivo in un medesimo giorno: «Far Cry», una delle poche testimonianze in studio della sua collaborazione con l’impareggiabile Booker Little, fu inciso da Dolphy più tardi nello stesso giorno in cui prese parte, con il clarinetto basso, a «Free Jazz» di Ornette Coleman per la Atlantic.

 I primi tre pezzi del disco, i soli a cui Little prenda parte, sono uniti da riferimenti parkeriani. Mrs. Parker, composto da Jaki Byard, è un blues boppeggiante nella linea e armonicamente straniato.

 Mrs. Parker of K.C. (Bird’s Mother) (Byard), da «Far Cry», Prestige New Jazz/ OJC 0600753381793. Booker Little, tromba: Eric Dolphy, clarinetto basso; Jaki Byard, piano; Ron Carter, contrabbasso; Roy Haynes, batteria. Registrato il 21 dicembre 1960.



 Download

2 commenti:

LUIGI BICCO ha detto...

Vero. Un anno particolare, per lui. A parte gli album come leader (almeno un a decina, ho visto), si contano le collaborazioni con Mingus, Coleman e Oliver Nelson.

Marco Bertoli ha detto...

Lui era quel che era, ma è vero che il 1960 e appena prima e dopo è stato un anno fuori dall'ordinario per il jazz.