Jazz nel pomeriggio

domenica 2 novembre 2014

Stella By Starlight (Dizzy Reece)

 Ecco uno standard che hanno suonato tutti nell’interpretazione di un vero originale del jazz moderno, Dizzy Reece, che mi piace considerare uno dei patroni di questo blog. La sua sonorità è particolare e sulle prime, in Stella, può suonare strana, smaccata, un po’ fuori luogo: ma tutto si sistema «sull’asse sintagmatico», con il fraseggio deliziosamente individuale di Dizzy, che sembra incapace di eseguire un solo luogo comune.

 Di questo disco del 1978, Dizzy Reece condivide la leadership con un altro grande individualista, Ted Curson. La ritmica è insigne e comprende Claude Williamson, un bel pianista della West Coast di cui prima o poi ti parlerò.

 Stella By Starlight (Victor Young), da «Blowin’ Away», Interplay IP-7716. Dizzy Reece, tromba; Claude Williamson, piano; Sam Jones, contrabbasso; Roy Haynes, batteria. Registrato il 9 giugno 1978.



 Download

Nessun commento: