Jazz nel pomeriggio

sabato 29 novembre 2014

Happenings – The Omen (Bobby Hutcherson)

 Per tutta la durata del suo prolificissimo rapporto con la Blue Note, etichetta che nel 1966 stava imboccando il viale del tramonto, Bobby Hutcherson rappresentò un’anima «sperimentale» dell’hard bop  e di certo la più riflessiva.

 Il senso di quiete sospesa e d’introspezione, caratteristico di molta musica di Hutcherson, qui lo trovi accentuato dall’assenza di fiati nella front line. Omen è un’istanza di jazz libero che già si è lasciato alle spalle le intemperanze sonore della stagione subito precedente, di cui Hutcherson stesso era stato fra i protagonisti con Archie Shepp.

 Come sempre quando c’imbattiamo in lui, mi piace invitarti a notare il contributo di Joe Chambers.

 Happenings (Hutcherson), da «Happenings», Blue Note BST 84231. Bobby Hutcherson, vibrafono; Herbie Hancock, piano; Bob Cranshaw, contrabbasso; Joe Chambers, batteria. Registrato il 6 febbraio 1966.



 Download

 The Omen (Hutcherson), id.



 Download

Nessun commento: