Jazz nel pomeriggio

venerdì 2 novembre 2012

Stompin’ at the Savoy (Charlie Christian)

 Bellissimo l’articolo di Miles Okazaki che Ethan Iverson ha pubblicato qualche giorno fa sul suo blog. Okazaki, che è un chitarrista, commenta e rivede la trascrizione di Iverson dell’assolo di Charlie Christian su Stompin’ at the Savoy nella jam registrata al Minton’s nel 1941; a una stringente analisi formale associa delle osservazioni appropriate su Christian nel contesto della musica e della società del suo tempo.

 Se anche non avessi voglia di leggere il pezzo, ti consiglio di ascoltare comunque l’assolo di Christian (comincia al minuto 2:24) tenendo sotto gli occhi la trascrizione, una pratica sempre istruttiva. Questa, poi, è precisissima e c’è anche un video di Okazaki che la suona sovrapponendosi al disco.

Stompin’ at the Savoy (Goodman-Sampson-Webb-Razaf), da «Charlie Christian - The Original Guitar Genius», Properbox 98. Joe Guy, tromba: Kenny Kersey, piano; Charlie Christian, chitarra; Nick Fenton, contrabbasso; Kenny Clarke, batteria. Registrato alla Minton’s Playhouse di NY il 12 maggio 1941.



 Download

1 commento:

sergio pasquandrea ha detto...

splendida la citazione di Barney Kessel su che cosa significhi swingare:

"It’s got to do with the pulse in your playing. It’s got to do with the fact that you play in such a rhythmic way [...] that you play it in such a way that your time is so flawless that you wouldn’t need a bass or drum for someone to sense what the tempo is. It’s got such clarity and it’s so articulated that without any rhythm instrument there, you definitely hear what the tempo is".