Jazz nel pomeriggio

martedì 22 novembre 2016

Moanin’ – Playboy Theme (Henry Mancini)

 Questa sicuramente è la versione meno funky e più silly (nel senso anche affettuoso che ha l’inglese) del classico di Bobby Timmons. Arrangiata da Henry Mancini come se fosse la incidental music di una di quelle commedie simpatiche con Doris Day e Rock Hudson, ha se non altro il pregio di farci sentire Art Pepper che suona il clarinetto. Io mi diverto a leggervi una spiritosa e acida rivalsa del West Coast jazz – il disco fu registrato a Hollywood – verso l’hard bop newyorkese che già da qualche anno l’aveva seppellito.

 In realtà, come dimostra a usura e fin dal titolo il pezzo successivo, qui dal jazz siamo lontani: si tratta di musica lounge di fattura pregevole, allestita usando alcuni jazzisti della West Coast e alcuni suoni del jazz.

 Moanin’
(Timmons), da «Combo!», RCA Victor LPM-2258. Pete Candoli, tromba; Dick Nash, trombone; Art Pepper, clarinetto; Ted Nash, sax alto e flauto; Ronnie Lang, sax baritono; John Williams, clavicembalo; Bob Bain, chitarra; Rolly Bundock, contrabbasso; Shelly Manne, batteria; Ramon Rivera, conga; Larry Bunker, vibrafono e marimba. Registrato nel giugno 1960.

 Playboy Theme (Mancini), id.

3 commenti:

tafuri ha detto...

Musica leggera, ordinata e di ottima fattura. Art Pepper talentuoso anche nelle piccole cose.

Anonimo ha detto...

Pepper era un bravo clarinettista. ascoltatelo nel dico con le musice del film A qualcuno piace caldo.

loopdimare ha detto...

Il disco è però a nome di Barney Kessell