Jazz nel pomeriggio

martedì 29 settembre 2015

Muffin Man (Leroy Vinnegar)

 Jazz funk ai minimi termini strumentali, diretto ed elegante. Il basso acustico, per quanto amplificato, di Leroy Vinnegar ha qui più peso e presenza di tanti bassi elettrici. Si dà anche l’occasione di ascoltare in assolo questo poderoso bassista, un maestro del walking.

 Una semplice, bellissima istantanea musicale del 1973.

 Muffin Man (Vinnegar), da «Glass of Water», Legend Records LGS-1001. Dwight Dickerson, piano elettrico; Leroy Vinnegar, contrabbasso; Chuck Carter, batteria. Michel Barrere, percussioni. Registrato nel 1973.

2 commenti:

Paolo il Lancianese ha detto...

Questa mattina il file non parte. Su "The Walk" sono pefettamente d'accordo con te: poderoso è il termine giusto (roccioso, hai detto altrove). E siccome lo hai ampiamente pubblicato prima dell'ingloriosa fine di divShare, ricordo che è lui che suona in "Blue Serge", disco meraviglioso del da me amatissimo Serge Chaloff.

Marco Bertoli ha detto...

Damn! Almeno lo si può scaricare, credo…