Jazz nel pomeriggio

sabato 6 aprile 2019

Ezz-thetic (Lee Konitz)


  Ezz-thetic, la più nota delle composizioni di George Russell, è basata sulle armonie di Love for Sale di Cole Porter e richiama nel titolo il peso massimo Ezzard Charles. Russell l’aveva scritta nel 1950 su richiesta di Charlie Parker, che avrebbe inteso usarla in una delle sue sedute with strings (aveva fatto analoga richiesta anche a Gerry Mulligan), cosa che non avvenne. 

  Ezz-thetic ebbe quindi la sua editio princeps nel 1951 in questa seduta a nome di Lee Konitz, che portò con sé altri tre tristaniani, Mosca, Bauer e Fishkin, più Miles Davis e Max Roach. Il tema di Russell siamo avvezzi a sentirlo enunciato in forma di incalzante unisono bebop; Konitz invece ha affidato qui una contromelodia a Miles.

  Nella sua concisione, con Konitz solista unico, per me questa rimane la versione più suggestiva di un pezzo inquietante, e quella che gli rende miglior giustizia.

  Ezz-thetic (Russell), da «Conception», Prestige 7000 Chronicle PRLP 7013. Miles Davis, tromba; Lee Konitz, sax alto; Sal Mosca, piano; Billy Bauer, chitarra; Arnold Fishkin, contrabbasso; Max Roach, batteria. Registrato l’8 marzo 1951.

Nessun commento: