Jazz nel pomeriggio

giovedì 22 settembre 2016

Igor (Clare Fischer)

 «Igor»? Ma che cos’è, Third Stream?

 Ne parleremo presto della Third Stream, spero, ma questa no, non lo è se non per il nome dato al pezzo, evidentemente in omaggio a Stravinskij. Io qui non sento Stravinskij, neanche quello che scriveva per Woody Herman lo Ebony Concerto. Ci sento dell’altro e soprattutto Monk, dal cui Well, You Needn’t la composizione, tutta scritta, prende evidente la mossa.

 Fa’ un nodo al moccichino, presto o tardi dovrò parlarti di Clare Fischer, che tu lo voglia o no.

 Igor (Fischer), da «Extension», [Pacific] International Phonograph. Vince De Rosa, Richard Perissi, Fred Teuber, corno; Gil Falco, trombone; Bobby Knight, trombone basso; Tommy Johnson, tuba; John Lowe, Sam Most, flauto; Don Shelton, Ben Kantor, Louis Ciotti, clarinetto; Gary Foster, clarinetto contralto; Jerry Coker, clarinetto basso; Jack Nimitz, clarinetto contrabbasso; Clare Fischer, piano; Bob West, contrabbasso; Colin Bailey, batteria. Registrato nel 1963.

2 commenti:

Paolo il Lancianese ha detto...

Il nodo è fatto. Di Clare Fischer, compositore geniale e pianista fra i più sottovalutati della storia, è sempre cosa buona e giusta riparlare. Sentirlo qui, oggi, non è però possibile: il link non funziona.

Marco Bertoli ha detto...

Mannaggia… bisogna scaricare il file.