Jazz nel pomeriggio

martedì 28 settembre 2010

Cherokee I, II (Max Roach)

  Questa canzone di Ray Noble diventò un classico del bebop (KoKo di Charlie Parker altro non è che Cherokee) per la particolare relazione tonale della sua parte A con il bridge. Qui te la presento in due versioni di Max Roach: la prima del famoso quintetto con Clifford Brown nel 1955; la seconda, con il quartetto del concerto milanese del 1978 di cui già ti ho fatto sentire. 
  Max ha mantenuto la intro un po’ kitsch, che rimanda alle musiche «dei pellerossa» dei western, e le linee generali dell’arrangiamento; Cecil Bridgewater, ovviamente, non può paragonarsi a Clifford Brown, ma era un bravo musicista e un trombettista immacolato, che ha dato poche notizie di sé dai primi anni Ottanta – o almeno non ne ho più avute io.

  Cherokee (Noble), da «A Study in Brown», EmArcy. Clifford Brown, tromba; Harold Land, sax tenore; Richie Powell, piano; George Morrow, contrabbasso; Max Roach, batteria. Registrato nel febbraio 1955.





  CherokeeCecil Bridgewater, tromba; Billy Harper, sax tenore; Calvin Hill, contrabbasso; Max Roach, batteria. Registrato dal vivo a Milano il 4 maggio 1978.





3 commenti:

sergej ha detto...

bentornato online.
il sito di bridgewater lo dà ancora in attività come insegnante e performer e cita anche alcuni dischi (ma senza date di pubblicazione). del resto, è ancora relativamente giovane, essendo nato nel '42.
anch'io però non ne sentivo parare da parecchio. evidentemente tournée e dischi non arrivano qui da noi...

Anonimo ha detto...

Bentornato on-line!
aL

andrea 403 ha detto...

yeaaaah!