Jazz nel pomeriggio

mercoledì 29 settembre 2010

Tricotism (Lucky Thompson)

  Un titolo bizzarro per un disco noto più di nome che di fatto. Lucky Thompson, saxofonista tenore (ma anche uno dei primi moderni ad aver ricuperato il soprano), compare in alcune sedute famose del jazz degli anni Cinquanta, per esempio con Miles Davis, ma ha inciso ben poco a suo nome e le vicende della sua vita sono un po' misteriose. Era uno strumentista personalissimo, come Don Byas radicato nella tradizione del sax tenore, pur agendo in contesti aggiornati.

  PS Questo bel pezzo è dedicato all’amica, lettrice e provvisoria collega di sventura (trasloco) Linda De Feo.


  Tricotism (Pettiford), da «Tricotism», Fresh Sound. Lucky Thompson, sax tenore; Clifton «Skeeter» Best, chitarra; Oscar Pettiford, contrabbasso. Registrato il 24 gennaio 1956.


3 commenti:

andrea 403 ha detto...

l'attacco mi pare che abbia qualcosina in comune cocoleman hawkins...

(sì, il fato che entrambi suonano un sassofono)

Anonimo ha detto...

(sì, il fato che entrambi suonano un sassofono)

è il loro fato!

Marco

idiotaignorante ha detto...

Uh, bentornato! Personalmente ho un vero e proprio debole per Lucky Thompson, peccato che non sia stato "lucky" proprio per niente... anche se, in questo, pare che una buona parte della colpa sia dovuta al caratteraccio insopportabile di Thompson medesimo.