Jazz nel pomeriggio

lunedì 27 marzo 2017

Night Float – Notions (Gary McFarland)

 Torna a pochi giorni dall’ultimo ascolto Gary McFarland in questo suo riuscito incontro con John Lewis featured soloist del 1962, di cui già ti ho detto.

 Queste non sono composizioni delle più tipiche dello stile di McFarland, sono più brassy del suo solito; io ci sento un omaggio a Lewis e in particolare Night Float mi suona memore di Rouge, uno dei contributi di John Lewis alla tuba band di Miles Davis del 1949 («Birth Of The Cool»; di quella seduta c’è qui anche Gunther Schuller al corno).

 Notions, invece, è il blues.

 Com’è sempre il caso con McFarland, guarda che formazioni da leccarsi i baffi.

 Night Float (McFarland)), da «Essence - John Lewis Plays The Compositions And Arrangements of Gary McFarland», Atlantic 8122-79713-8. Herb Pomeroy, tromba; Gunther Schuller, corno; Eric Dolphy, sax alto; Benny Golson, sax tenore; Jimmy Giuffre, sax baritono; John Lewis, piano; Jim Hall, chitarra; George Duvivier, contrabbasso; Connie Kay, batteria. Registrato il 25 maggio 1962.

 Notions (McFarland), ib. ma Freddie Hubbard, tromba, al posto di Pomeroy; Nick Travis, Louis Mucci, tromba; Bob Northern, Robert Swisshelm, corno, al posto di Schuller; Mike Zwerin, trombone; Don Butterfield, tuba; Lewis; Billy Bean, chitarra, al posto di Hall; Richard Davis, contrabbasso, al posto di Duvivier; Kay.

Nessun commento: