Jazz nel pomeriggio

martedì 21 marzo 2017

Livery Stable Blues (Original Dixieland Jass Band)

 Manco giusto di un mese il centenario esatto: il 25 febbraio del 1917 usciva uno shellac, un 78 giri, che su un lato aveva Livery Stable Blues e sull’altro Dixieland Jass Band One Step. Passa per essere il primo disco di jazz e credo sia vero; non discuto sul suo valore o su altre questioni pure importanti. Resta il fatto che questo fu il primo disco, in qualunque genere, a vendere un milione di copie e fu il disco che rese noto al mondo questo monosillabo, jazz, che come poche altre cose ha cambiato il mondo.

 A me Livery Stable Blues della Original Dixieland Jass Band piace un casino, mi è sempre piaciuto; non è bello? E chi se ne frega: fra fischi e raschi escono ancora tutti interi lo shock e l’eccitazione che dovette provocare questa musica antigraziosa (altro che il rock) in quell’anno: l’anno, lo ricordo, che vedeva culminare il primo massacro su scala mondiale operato con mezzi industriali e aprirsi così una strada senza ritorno.

  Viva viva l’ODJB e quel cialtrone di Nick La Rocca!

 Livery Stable Blues (Lopez-Nunes), da «Original Dixieland Jazz Band – Tiger Rag», Retrospective. Original Dixieland Jass Band: Nick La Rocca, cornetta: Eddie Edwards, trombone; Larry Shields, clarinetto; Henry Ragas, piano; Tony Spargo, batteria. Registrato il 25 febbraio 1917.

5 commenti:

isa mei ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
isa mei ha detto...

Grazie per aver pubblicato questa memorabile registrazione. È passato solo un secolo ma quanta strada ha percorso il jazźzzzz.

Marco Bertoli ha detto...

Sarà il fascino della "patina", ma io ho sempre trovato questo pezzo entusiasmante, compresi i versi deglia animali!

isa mei ha detto...

Un buon viatico di inizio primavera.

loopdimare ha detto...

persone molto serie mi hanno assicurato che ci sono incisioni jazz precedenti ritrovate di recente e di musicisti afroamericani. e mi hanno anche dato il titolo di un libro. con questo titolo ho trovato sul tubo la raccolta di queste incisioni. le ho ascoltate tutte: c'era vaudeville, ragtime, blues ma di jazz niente...
mi scuso per la mancanza di riferimenti ma credevo di avere memorizzato la pagina del tubo e invece non l'ho fatto.