Jazz nel pomeriggio

giovedì 7 novembre 2013

Cunningbird (Jimmy Knepper, Charles Mingus)

 Per una volta, Charles Mingus è sideman di Jimmy Knepper, oltre che produttore della seduta per la sua etichetta Debut, che ebbe vita breve ma fervida. L’entourage e, in parte, l’atmosfera sono quelli dei workshop mingusiani del periodo, già sentiti qui sopra.

 I cultori dell’aneddotica mingusiana ricorderanno che la collaborazione dei due s’interruppe alcuni anni dopo, quando il sempre affabile Mingus minacciò di morte il trombonista (si limitò poi a rompergli i denti).

 Cunningbird (Knepper), da «Charles Mingus - Leader on Debut», [Debut] OJC 0600753426081. Jimmy Knepper, trombone; Joe Maini, sax alto; Bill Triglia, piano; Charles Mingus, contrabbasso; Dannie Richmond, batteria. Registrato il 10 giugno 1957.



 Download

5 commenti:

LUIGI BICCO ha detto...

Bel pezzo.

Sembra quasi che Mingus passasse il tempo libero a cercare di azzuffarsi in ogni dove :)

Marco Bertoli ha detto...

Una volta, credo al Village Vanguard, tirò il contrabbasso in testa a uno del pubblico che disturbava.

Marco Bertoli ha detto...

E quando suonò a Milano, mi pare nel 1972, il suo saxofonista Bobby Jones chiese che sul palcoscenico, per la sua sicurezza, ci fosse un carabiniere, perché Mingus aveva promesso di dargliele.

LUIGI BICCO ha detto...

Ecco, appunto. Io sapevo dei continui litigi con Max Roach sul Money Jungle di Ellington e di altre piccole cosine a fine carriera (qualche screzio con Dolphy, forse? Non ricordo).

Evvabbé. Meno male che il genio non è in discussione.

Barbara Engelmann ha detto...

Mingus ha pure spaccato i denti a Jimmy Knepper - fine della collaborazione, almeno per un bel po'...