Jazz nel pomeriggio

mercoledì 26 dicembre 2012

Blues In The Night (Sonny Clark)

 Per smaltire eventuali indebite intemperanze natalizie, eccoti il carminativo di Blues In The Night, composizione del grande Harold Arlen che Sonny Clark, in alternate take, interpreta con tutto il relax che serve.

 Io apprezzo Clark come accompagnatore vivo e stimolante, di cui puoi trovare molti esempi inserendone il nome nella casella CERCA NEL BLOG qui a fianco; non mi ha mai entusiasmato come solista, ma riconosco che le sue lunghe linee melodiche (era nota la sua ammirazione per Lennie Tristano) hanno una spontaneità incantevole.

 Blues In the Night (Arlen-Mercer), da «Standards», Blue Note 7243 8 21283 2 8. Sonny Clark, piano; Paul Chambers, contrabbasso; Wes Landers, batteria. Registrato nel novembre 1958.



 Download

2 commenti:

LUIGI BICCO ha detto...

Ecco. Di Sonny Clark ho ascoltato poco. Ma questo brano mi è sembrato stupendo. E poi quando c'è Chambers di mezzo...

E appunto ho scoperto solo ora che il trio di Clark era composto proprio da lui, Chambers e anche da quell'altro gigante di Philly Joe Jones.

Di suo comunque conoscevo quasi esclusivamente My Conception che solo a vedere i nomi coinvolti, mi gira la testa: lui al piano, Hank Mobley al sax, Kenny Burrell alla chitarra, Chambers al basso e Art Blakey alla batteria (che si alterna con Pete LaRoca). No, dico...

Anonimo ha detto...

So che non ti scaldi per il Clark solista, mentre io salgo di temperatura, eccome. Sonny sempre, da leader o da gregario di lusso, a sprintare o a tirare la volata a qualcun'altro! Questo amore è condiviso da un mio illustre concittadino jazzista deluxe, Dado Moroni. Il quale, se non ricordo male, è nato lo stesso giorno di Clark e attribuisce a questa congiunzione astrale ulteriori significati empatici. Sia come sia, a portarvi a casa tutto quello che il grande Sonny ha inciso per la Blue Note... fate cosa buona e giusta.
M.G.