Jazz nel pomeriggio

domenica 16 giugno 2013

Lover Come Back to Me (Dizzy Gillespie)

 Il 1948 fu l’anno d’oro di Dizzy Gillespie caporchestra. Lover Come Back to Me è arrangiata da John Lewis con un esordio latin (ancorato dalle profonde punteggiature del baritono di Cecil Payne) in cui Dizzy enuncia la melodia con un miele e note smeared per lui insoliti. Al termine del primo chorus, Dizzy si libera con una cadenza e il pezzo, a tempo doppio, ne scatena brevemente il virtuosismo, prima di tornare, nella coda, al clima lounge dell’inizio.

 Lover Come Back to Me (Romberg-Hammerstein), da «The Complete RCA Victor Recordings: 1937-1949», Bluebird/RCA 66528. Dizzy Gillespie, Willie Cook, Dave Burns, Elmon Wright, tromba; Andy Duryea, Sam Hurt, Jesse Tarrant, trombone; John Brown, Ernie Henry, sax alto; Joe Gayles, Budd Johnson, sax tenore; Cecil Payne, sax baritono; James Foreman Jr., piano; Al McKibbon, contrabbasso; Teddy Stewart, batteria; Sabu Martinez, bongo; Joe Harris, conga. Registrato il 29 dicembre 1948.



 Download

Nessun commento: