Jazz nel pomeriggio

sabato 25 gennaio 2020

Soul Eyes (Marion Brown)


 Quelloriginale di Marion Brown suona Soul Eyes di Mal Waldron, una delle ballad più belle del jazz moderno, che ha avuto una versione memorabilissima da parte del quartetto di John Coltrane.

 Brown suonò con Coltrane in «Ascension» (l’atro sax alto della seduta era John Tchicai). Mi è difficile immaginare una situazione musicale più lontana dalle atmosfere che io associo a Marion Brown, il quale, anche nelle circostanze più astratte come nello stranissimo suo disco ECM «Afternoon Of A Georgia Faun», era un lirico puro.

 Kenny Barron suona bene ma il ricordo di McCoy Tyner nella summentovata versione coltraniana riesce a gettare un’ombra sul suo assolo, che del resto s’inizia proprio con le stesse note di quello di Tyner.

 Soul Eyes (Waldron), da «Soul Eyes», Baystate. Marion Brown, sax alto; Kenny Barron, piano; Cecil McBee, contrabbasso; Philly Joe Jones, batteria. Registrato nel novembre 1978.

Nessun commento: