Jazz nel pomeriggio

venerdì 13 novembre 2015

Rose Room (Barney Bigard & Sidney Catlett)

 Barney Bigard, che con il suo stile mellifluo fu una delle più caratteristiche voci di clarinetto del jazz,  aveva spesso suonato Rose Room nella contraffazione ellingtoniana nota come In A Mellotone. Il pezzo si risolve presto in un duetto clarinetto-batteria, con Big Sid Catlett.

 Ah, buon venerdì 13.

 Rose Room (Hickman-Williams), da «The First Esquire Concert, 1944 - Vol. 2», JUCD 2017. Barney Bigard, clarinetto; Art Tatum, piano; Al Casey, chitarra; Oscar Pettiford, contrabbasso; Sidney Catlett, batteria. Registrato il 18 gennaio 1944.

4 commenti:

loopdimare ha detto...

non mi piace l'aggettivo mellifluo, anche se tutti i clarinetti un po' lo sono.

Jazz nel pomeriggio ha detto...

Pee Wee Russell no… ma Bigard era veramente mellifluo.

Guido ha detto...

Che bello, un collega jazzofilo! Ti seguirò. Ciao.

Marco Bertoli ha detto...

Grazie! Ciao, collega.